Anche questa è violenza


Anche a Cosenza e a Rende, come nel resto d’Italia, camminando per strada possiamo imbatterci in manifesti dell’Associazione ProVita relativi ad una campagna antiabortista.
Abbiamo riflettuto a lungo se ignorare o contestare pubblicamente queste becere iniziative e alla fine abbiamo deciso che non possiamo restare in silenzio dinanzi a manifesti dalle dimensioni di 6 metri per 3 che colpevolizzano le scelte delle donne, dimenticando che il diritto all’aborto libero e sicuro è stata una conquista di civiltà per tutte e tutti.
É solo grazie all’approvazione della L. 194 che oggi la donna può scegliere di ricorrere alla interruzione volontaria di gravidanza in una struttura pubblica, in condizioni di sicurezza, muovendosi nell’ambito del Sistema Sanitario Nazionale e nel rispetto delle norme sanitarie e igieniche. Sappiamo bene che l’accesso all’IVG resta ancora da garantire pienamente, il numero di obiettori all’interno del personale medico italiano è in media del 70% e – nonostante sia passato quasi mezzo secolo dall’approvazione della legge – ancora sono tante le criticità che si riscontrano in molte strutture ospedaliere, che spesso non permettono un’attuazione concreta del diritto alla salute delle donne e della libertà di scelta e di autodeterminazione .

Mai come in questo periodo storico la Legge 194 è sotto attacco da forze politiche e religiose che utilizzano campagne violente e mistificatorie che altro scopo non hanno se non quello di criminalizzare le libere scelte delle donne sui loro corpi. Vogliamo quindi ricordare che nel mondo, ancora oggi, 47 mila donne muoiono ogni anno per complicazioni legate all’aborto clandestino e in paesi che si definiscono “sviluppati” migliaia di donne praticano ancora aborti clandestini.
Vorremmo che si arrivasse a riconoscere alle donne, una volta per tutte, la sovranità sui loro corpi e crediamo fortemente che sia indispensabile mettere in discussione i modelli di sessualità che rispecchiano le asimmetrie nelle relazioni intime tra uomini e donne.
Siamo convinte che una simile campagna di comunicazione lanci un messaggio fortemente violento e contribuisca ad alimentare un clima di odio e giudizio nei confronti delle scelte femminili.
Chiederemo conto, nelle sedi opportune, di come sia stato possibile autorizzare la circolazione di tali manifesti e ci batteremo per chiederne l’immediata rimozione.
Noi non ci stiamo e continueremo a lottare per la nostra libertà.

Per adesioni: prochoice.cosenza@gmail.com

Associazione “Nate a Sud”
Centro Antiviolenza “Roberta Lanzino”
Eos Arcigay Cosenza
UDI di Catanzaro
ARCI Cosenza
Collettivo Autonomo Studentesco Cosenza
CPOA Rialzo
Coop. Centro R.A.T./Teatro dell’Acquario
Associazione Libera…mente Donna ETS
Movimento Marielle Presente Cosenza

Alba Aceto
Viviana Andreotti
Antonello Antonante
Carlo Antonante
Donatella Argento
Sara Ascione
Veronica Balletta
Rossella Barberio
Rossana Bartolo
Alba Battista
Luciana Bova
Sara Bozzarello
Marianna Bozzo
Emilia Brandi
Francesco Campolongo
Maria Cristina Caruso
Rossella Catalano
Federico Cerminara
Emira Chimenti
Carla Cilento
Melania Cilento
Silvio Cilento
Debora Cilio
Federica Ciuchi
Roberta Corbo
Alessandra Corrado
Mariafrancesca D’Agostino
Emanuela De Cicco
Francesco Dell’Accio
Simona De Maria
Maria Penelope De Santo
Hebbe De Seta
Lucia Di Girolamo
Maria Rosa Donato
Guglielmina Falanga
Antonella Farendi
Micaela Filice
Gisella Fiumanò
Maria Luisa Garofalo
Sabrina Garofalo
Cornelia Golletti
Mario Grande
Chiara Gravina
Daniela Grillone
Maria Cristina Guido
Paola B. Helzel
Serena Iannopollo
Stefania Labate
Anna Rita Laganà
Emanuele Leonardi
Stefania Leonetti
Anna Maria Leporati
Donatella Loprieno
Brunella Lottero
Clelia Maletta
Bruna Mancini
Antonella Mastrolorenzo
Donata Elena MauroAnna Petrungaro
Martina Mazziotti
Giuliana Mocchi
Irene Molluso
Ilenia Muoio
Elena Musolino
Francesca Necci
Simona Negrelli
Lindara Nobre Costa
Tiziana Noce
Giorgia Oranges
Alessandro Orefice
Gloria Paiva
Pierfrancesca Palermo
Angela Panza
Valentina Mercurio
Paola Pasinato
Anna Pascuzzo
Marina Pasqua
Rosellina Pasquino
Sara Pasquino
Lidia Passarelli
Rosanna Peluso
Raffaele Perrelli
Angelica Perrone
Anna Petrungaro
Salvatore Petruzzello
Francesca Pignataro
Gabriella Pingitore
Nunzia Procida
Marta Puntillo
Ilaria Ramunno
Morena Rapolla
Ida Rende
Francesca Rennis
Doriana Righini
Francesca Riina
Nelide Romeo
Ermanna Russo
Stefania Salerno
Arianna Santelli
Federica Sarro
Cristiano Scandurra
Paola Sdao
Carlo Serra
Rosa-Pupa Sicilia
Alfredo Simone
Marina Simonetti
Giuseppina Sigillo
Rossana Spanò
Manuela Stranges
Marinella Tedeschi
Stella Tenuta
Elisa Stefania Tropea
Paolo Valerio
Antonella Veltri
Giovanna Vingelli
Angela Vitaliano
Chiara Vivone
Lidia Zitara
Vichi Zoccali

(in progress)