Non sei sola

Ci uniamo alle compagne del Centro Antiviolenza Lanzino nel denunciare il grave fatto accaduto a Vaglio Lise di Cosenza. Non restiamo in silenzio dinanzi a queste violenze, i Centri Antiviolenza sono dei presidi di legalità sui territori oltre ad essere luoghi di rinascita, nei Cav troverete accoglienza qualificata e sostegno, donne che aiutano altre donne, solo così si può combattere la violenza, insieme. Di seguito il comunicato.

#nonseisola

“È di ieri la notizia di una ragazza ,di soli tredici anni, brutalmente stuprata, alla stazione Vaglio Lise di Cosenza, da un pregiudicato che pare fosse addirittura sottoposto a misure di “ sorveglianza speciale”. Dalle notizie apprese dai giornali leggiamo che la ragazzina, in compagnia di un amico, si trovava in stazione per prendere il treno verso Paola, quando è stata aggredita e stuprata. È impensabile che, in un luogo pubblico come una stazione, aggredire una ragazzina sia così facile ed è inaccettabile che si debba temere per la propria incolumità ogni volta che si fa una cosa tanto semplice e ordinaria come prendere un treno. La stazione di Vaglio Lise, una delle stazioni di Cosenza città, è una struttura tanto grande quanto completamente abbandonata a se stessa e ad un declino degradante; la mancanza di controlli e un’ ubicazione periferica ne fanno rifugio di malintenzionati e luogo particolarmente pericoloso. Prova ne è che in pieno pomeriggio un uomo , pregiudicato e sottoposto, tra l’altro, a sorveglianza speciale, abbia potuto agire indisturbato, sicuramente forte del fatto che in quel luogo,regno di nessuno, il suo intento criminoso non avrebbe trovato impedimento alcuno, nemmeno da parte delle assenti forze di polizia che avrebbero dovuto controllarlo.
Non è mai facile trovare le giuste parole da dire a chi è vittima di una violenza sessuale. Non lo è, sebbene sia questa la missione nella quale ci impegniamo e per la quale lottiamo da trent’anni, specialmente se la vittima è una ragazza di soli tredici anni. Da donne che non solo si occupano di sostegno alle vittime di violenza, ma che vivono nella sua stessa città, l’unica cosa che possiamo e vogliamo dire a questa giovane ragazza è che noi siamo pronte ad offrirle sostegno e supporto mettendo a sua disposizione la nostra esperienza e i nostri servizi che sono COMPLETAMENTE GRATUITI. Vogliamo che sappia che NON È da sola, noi donne del CENTRO ANTIVIOLENZA LANZINO siamo con lei!